Finisce 3-3 la partita delle Regionali

Elezioni: in Puglia maggiore affluenza per referendum © ANSA

Proiezioni per le elezioni Comunali. Si è votato in 15 Comuni capoluogo di provincia. Brugnaro verso la conferma a Venezia, secondo i primi dati è oltre la soglia del 50% che consente di evitare il ballottaggio. Lanciati sul 50% anche Ianeselli, candidato del centrosinistra a Trento, e Ghinelli, in corsa per il centrodestra ad Arezzo. Avanti e verso il ballottaggio per il centrodestra Sassone a Matera con il 30,1% su Bennardi del M5s con il 28,7%. Testa a testa a Reggio Calabria tra Falcomatà del centrosinistra (35,8%) e Minicuci del centrodestra (34,8%); e a Bolzano tra Caramaschi del centrosinistra e Zanin del centrodestra.

Venezia, Brugnaro al 50% – In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Venezia Luigi Brugnaro del centrodestra è al 50%, Pierpaolo Baretta del centrosinistra al 29,1%, Sara Visman (M5S) è al 4,6%, superata da Marco Gasparinetti (Civica) con il 5,6%. La copertura del campione è del 16%

Mantova, Palazzi (Cs) al 68,3% – In base alla seconda proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Mantova il candidato del centrosinistra Mattia Palazzi sale al 68,3%, Stefano Rossi del centrodestra è al 24,1%, Gloria Costani è data al 5,4%. La copertura del campione è al 26%.

Matera, Sassone (Cd) al 31,6% – In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Matera Rocco Sassone del centrodestra è al 31,6%, Domenico Bennardi del M5s al 26,2%, Giovanni Schiuma (centrosinistra) al 18,6%. La copertura del campione è al 4%.

Bolzano, Caramaschi (Cs) 36,1% – In base alla prima proiezione del consorzio Opinio Italia per la Rai, alle comunali di Bolzano Renzo Caramaschi (centrosinistra) è al 36.1%, Roberto Zanin del centrodestra è al 34,8, , Luis Walcher di Svp all’11,2%.

L’esito del voto blinda la maggioranza

Pericolo scampato per il governo. I risultati in Puglia, con la conferma di Michele Emiliano, e soprattutto in Toscana, con l’elezione di Eugenio Giani, allontanano il pericolo di un contraccolpo sull’Esecutivo e sul Pd. E blindano la maggioranza. A puntellarla c’è poi l’esito del Referendum, con la solida vittoria del Sì. Per le Regionali, si va verso un 3 a 3, con il centrosinistra che mantiene anche la Campania di Vincenzo De Luca e perde le Marche, dove è in vantaggio Francesco Acquaroli (Fdi). Mentre il centrodestra si conferma alla guida della Liguria, con Giovanni Toti, e del Veneto, con il leghista Luca Zaia.