Coronavirus, la Francia proroga il lockdown di altri 15 giorni | Picco di casi (33mila) in Gb, ma record di test

Parigi auspica un Natale con qualche apertura se il trend continuerà ad essere positivo. In Germania gli operatori sanitari potranno lavorare anche se positivi. La Svezia travolta dalla seconda ondata

parigi lockdown coronavirus

Il governo francese ha deciso di mantenere invariate, almeno per i prossimi 15 giorni, le regole del lockdown. Lo ha annunciato il premier Jean Castex, precisando che i negozi cosiddetti “non essenziali” resteranno dunque chiusi. Castex ha quindi aggiunto che un “alleggerimento” delle misure anti-Covid sarà possibile, se i contagi continueranno a diminuire, per le vacanze di Natale, così da permettere ai francesi di ritrovarsi in famiglia.

Per Castex è tuttavia “un po’ presto” per acquistare i biglietti del treno e in ogni caso le celebrazioni “non potranno svolgersi come al solito”, essendo ad esempio “irragionevole” organizzare “grandi feste per diverse decine di persone”. Intanto i nuovi casi di positività al Covid-19 in Francia sono stati 33.172 nelle ultime 24 ore, secondo i dati diffusi dal governo francese. Con altri 425 decessi in 24 ore, il numero delle vittime sale a 42.960.

Picco di casi (33mila) in Gb, ma record di test Picco di casi censiti di coronavirus nelle 24 ore in Gran Bretagna dall’inizio: lo certificano i dati diffusi dal governo che indicano 33.470 nuovi contagi registrati, poco meno del picco italiano di questi giorni, sebbene con un numero di test giornalieri che s’impenna al primato europeo assoluto: fino a quota 377.608. In leggero calo invece i morti segnalati negli ospedali dell’Inghilterra (in lockdown da oltre una settimana), passati a 317 contro i 361 di mercoledì, quando il totalizzatore delle vittime aveva toccato la punta di 595, ossia del numero quotidiano più elevato di questa seconda ondata di Covid, fino a una somma complessiva di oltre 50mila decessi: la più alta d’Europa in cifra assoluta, ma inferiore a Paesi come Spagna o Belgio in rapporto alla popolazione.

Germania, gli operatori sanitari potranno lavorare anche se positiviNel caso di mancanza di personale nelle strutture ospedaliere, anche i medici e infermieri positivi al Covid-19 potranno essere impiegati ricorrendo a “misure di protezione speciali”. Lo ha detto il ministro della Salute tedesco, Jens Spahn,, intervenendo alla Giornata dell’assistenza. In caso di assenza di alternative, dunque, anche il personale medico o deputato alla cura che sia positivo al virus sarà chiamato a lavorare

In Grecia oltre 3mila casi in 24 ore: mai così tantiLa Grecia ha segnalato 3.316 nuovi casi di coronavirus, il dato giornaliero più alto dalla prima infezione registrata a febbraio, secondo i dati delle autorità sanitarie. L’ultimo balzo in avanti dei contagi porta il numero totale dei casi nel Paese a 66.637. E con 50 decessi registrati nelle ultime 24 ore, il bilancio delle vittime a 959. Una ripresa dei casi dall’inizio di ottobre ha costretto la Grecia a imporre un lockdown nazionale fino alla fine del mese. 

La Svezia travolta dalla seconda ondataIn Svezia, unico in Europa a non aver imposto all’epoca mascherine, distanziamento sociale e chiusure di negozi e ristoranti, i pazienti Covid ricoverati negli ospedali sono aumentati del 60% rispetto alla settimana precedente. Secondo i dati del Centro europeo per il controllo delle malattie, è l’accelerazione più alta in Europa. Anche per le autorità sanitarie locali la situazione attuale “è molto grave”. In aumento anche i contagi, con una media di oltre 4mila contro i 500 dell’inizio di aprile.

Usa, Chicago limita attività e raccomanda di restare a casa Sul fronte Usa, Chicago, terza città americana, ha deciso di limitare le attività per far fronte all’emergenza Covid-19. A partire da lunedì il sindaco Lori Lightfoot consiglia di stare a casa, limitando gli spostamenti solo alle attività essenziali quali il lavoro e la scuola. La raccomandazione ha una durata di 30 giorni, durante i quali è sconsigliato anche invitare persone in casa e viaggiare fuori dallo stato. “Cancellate i piani per il Giorno del Ringraziamento”, ha detto Lightfoot.

Impennata di vittime in Brasile, 926 in 24 oreE sono 926 le vittime di Covid-19 registrate in Brasile nelle ultime 24 ore, secondo la stampa locale. Si tratta del numero più alto di morti in un giorno dallo scorso 16 settembre. Il totale delle vittime sale così a 164.332. I nuovi contagi sono 34.640 in più rispetto al giorno prima, per un totale di 5.783.647 dall’inizio della pandemia.