Covid: Conte, ancora non dobbiamo abbassare la guardia. Nel 2020 oltre 700mila morti come nel 1944

L’intervento in diretta all’assemblea di Coldiretti

Un reparto di terapia intensiva © ANSA

“Siamo giunti al termine di quest’anno attraversando una crisi pandemica che ha sconvolto la nostra economia e società e ancora non dobbiamo abbassare la soglia di attenzione ma proprio quest’anno si è mostrato con chiarezza il ruolo della filiera a agricola e agroalimentare. Voi siete un asse portante di questa filiera”.Lo ha detto il premier Giuseppe Conte all’assemblea di Coldiretti.

“Siete i veri eroi del cibo su cui il Paese può contare.

I generi alimentari non sono mai mancati, anche nei mesi più difficili. Il settore ha mostrato la sua strategicità nel tutelare la sovranità alimentare del nostro Paese”. 

Blangiardo (Istat),nel 2020 oltre 700.000 morti come nel ’44 – “Non è ancora finito il 2020, ma una valutazione ragionevole fa pensare che quest’anno supereremo il confine dei 700mila decessi complessivi, che è un valore preoccupante perché una cosa del genere l’ultima volta, in Italia, era successa nel 1944. Eravamo nel pieno della seconda guerra mondiale”. A illustrare i numeri dai quali si deduce anche il peso della pandemia Covid, è stato, durante la trasmissione Agorà su Rai Tre, il presidente dell’Istat Gian Carlo Blangiardo. “Nel 2019 – precisa – il dato era stato di 647.000 morti”.