“I giorni più bui della pandemia sono ancora davanti a noi”, dice Biden

Il presidente eletto promette nuovi stimoli all’economia Usa, oltre ai 900 miliardi di dollari già approvati. E attacca Trump sui cyber attacchi agli Usa.

Biden: i giorni più bui della pandemia ancora davanti a noi

“I giorni più bui della pandemia sono ancora davanti a noi”. Lo ha detto il presidente eletto Joe Biden parlando alla nazione da Wilmington, nel Delaware, per gli auguri di fine anno.

“Siamo grati per il vaccino”, ha dichiarato, ma ci sono ancora poche dosi per le immunizzazioni. Anche con il via alla campagna di immunizzazione e con le nuove misure “che metterò in campo a fine gennaio, la gente continuerà ad ammalarsi e a morire a causa del coronavirus“. “Una cosa vi prometto sulla mia leadership durante questa crisi, vi parlerò in modo diretto e questa è la semplice verità: i giorni più bui di questa battaglia contro il Covid – ha rimarcato – sono davanti a noi, non alle nostre spalle”.

Biden ha riferito poi che chiederà al Congresso di approvare un nuovo pacchetto di stimoli all’economia: gli aiuti da 900 miliardi di dollari approvati ieri dal Congresso sono “solo un anticipo”.

Nel discorso hai quindi accusato Donald Trump di non aver preso sul serio gli attacchi informatici contro le istituzioni americane. “Sono avvenuti davanti ai suoi occhi e lui non ha guardato”. Ma gli attacchi informatici contro le istituzioni americane rappresentano “un grave rischio” per la sicurezza nazionale e “non possono restare senza risposta”.. L’ex vice presidente ha sostenuto che l’amministrazione Trump deve accusare ufficialmente la Russia per gli attacchi informatici. Quindi ha promesso di rispondere all’attacco quando si insedierà alla Casa Bianca.