Mascherina all'aperto, via l'obbligo da lunedì 28 giugno

Da domani, lunedì 28 giugno, stop all’uso delle mascherine all’aperto, ma resta l’obbligo di indossarla quando non si può mantenere la distanza di sicurezza e quando si entra nei locali al chiuso

Un’unica zona bianca dove si potrà stare all’aperto senza mascherina: da domani ( lunedì 28 giugno) l’Italia allenta le restrizioni in particolare sul dispositivo che è diventato uno dei simboli della pandemia. Anche se le mascherine dovranno essere sempre a portata di mano: secondo le indicazioni del Cts sollecitate dal ministro della Salute, Roberto Speranza, si dovrà continuare a indossarle al chiuso e all’esterno in situazioni in cui è non è possibile mantenere la distanza di sicurezza. La prudenza è dettata dai timori suscitati dalla cosiddetta variante Delta, dalle notizie che giungono dall’estero, dagli intoppi che ancora accompagnano la campagna vaccinale.

Quando si può stare senza mascherina

La possibilità di stare all’aperto senza protezione di naso e bocca vale sempre e soltantoper le regioni in fascia bianca. Sulla base delle curve, gli esperti prevedono che la situazione epidemiologica non subirà peggioramenti, ma l’allarme per la variante Delta ha fatto propendere peruna scelta prudente. Gli scienziati del Cts hanno infatti stabilito che si potrà stare senza mascherina all’aperto solo nella zone bianche di minimo rischio.

Quando usare la protezione

Anche in zona bianca, comunque, quando si esce è sempre opportuni sempre avere con sé la mascherina. È obbligatorio indossarla anche all’aperto, infatti, nel caso di assembramenti o comunque di situazioni in cui non è possibile mantenere la distanza dagli altri. Resta obbligatorio poi l’uso del dispositivo nei locali al chiuso: bar, ristoranti, negozi, centri commerciali. Quando si entra in un negozio bisognerà indossarla, stessa regola per chi va nei centri commerciali.

Regole per bar e ristoranti

Chiare anche le regole per l’uso delle mascherine nei bar e ristoranti. Se si sta al chiuso, si può togliere la mascherinasolamente quando si è seduti al tavolo per consumare cibi o bevande, mentre bisogna indossarla quando si va alla toilette o alla cassa per pagare. Camerieri e dipendenti di bar e ristoranti, invece, anche se lavorano negli spazi all’aperto dovranno comunque utilizzare sempre il dispositivo.

MASCHERINE ALL’APERTO, VIA L’OBBLIGO: GLI APPROFONDIMENTI

Gli spostamenti in treno e aereo

Resta obbligatorioviaggiare con la mascherina indossata. Su aerei e treni le regole non cambiano, anche tenendo conto che la capienza dei convogli è stata portata all’80 per cento. Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, la mascherina può essere abbassata alla fermata mentre si aspetta l’arrivo dell’autobus, ma a bordo dovrà coprire naso e bocca per tutta la durata del tragitto. Si tratta infatti di un luogo chiuso e dunque non sono previste eccezioni.