“Occorre massima prudenza e continuare in questo lavoro imponente che sono le vaccinazioni”, ha spiegato il ministro della Salute Tweet Vaccini, Speranza: “Avanti con 500mila dosi al giorno, siamo a 53 milioni” Scendono Rt e incidenza, Speranza: “Per la prima volta da ottobre non firmerò ordinanze” Speranza: superate le 51 milioni di dosi di vaccini, ma la partita non è chiusa Speranza: “Da lunedì tutta l’Italia in zona bianca, anche la Val d’Aosta” Mascherine, Speranza ha firmato l’ordinanza per lo stop all’uso all’aperto dal 28 giugno Covid, Speranza chiede al Cts parere su mascherine all’aperto. Riunione prossima settimana 06 luglio 2021″Viviamo settimane molto delicate, direi cruciali, nella nella lotta contro il Covid, che è stata naturalmente la nostra priorità in questo anno e mezzo così difficile. Abbiamo constatato come, con l’evoluzione della campagna vaccinale, c’è stata una riduzione fortissima sia del numero dei contagiati sia del numero di occupazione di posti letto in area medica e in terapia intensiva. Sono numeri importanti, che testimoniano come la campagna di vaccinazione sia stata davvero essenziale”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un videomessaggio inviato in occasione dell’evento dal titolo ‘Battere il cancro è possibile – L’opportunità per l’Italia’ organizzato dalla rivista Fortune Italia. “L’Italia ha superato le 54 milioni di dosi somministrate – ha proseguito Speranza – e abbiamo un ritmo che continua ad essere molto elevato: oltre 500mila dosi somministrate ogni giorno e dobbiamo insistere su questa strada”. Nel giro di poche settimane, ha poi ricordato il ministro, siamo passati da “quasi 3.800 persone in terapia intensiva a poco meno di 200, quindi oltre il 90% in meno; abbiamo sfiorato le 30mila persone ricoverate, ora siamo sotto le 1.500, anche in questo caso siamo circa al 95% in meno. E dobbiamo insistere – ha sottolineato ancora Speranza – perché la campagna di vaccinazione è lo strumento essenziale che abbiamo a disposizione per metterci alle spalle questa stagione così difficile”. Ma per il ministro dobbiamo essere consapevoli che “la pandemia non è ancora finita, lo testimoniano anche i numeri di altri Paesi europei e del mondo, che vedono i contagi risalire nonostante l’alto tasso di vaccinazione”. Per questo occorre “massima attenzione, cautela e prudenza e continuare in questo lavoro imponente che sono le vaccinazioni”, ha aggiunto. Oggi “abbiamo una straordinaria opportunità: 20 miliardi del Pnrr”, il Piano nazionale di ripresa e resilienza, “che possono consentirci di disegnare la sanità del futuro – ha proseguito il ministro – E questa è una grande occasione di trasformare la crisi in un’opportunità. Su questo dobbiamo lavorare, dobbiamo metterci tutta la determinazione possibile. Dobbiamo costruire un grande patto Paese per fare davvero quel salto di qualità di cui tutti abbiamo bisogno”. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/covid-speranza-risaliti-contagi-in-paesi-europei-e-mondo-cautela-avanti-con-vaccini-b4db09ec-0c2e-40ce-8d02-973530043e4a.html