L’Associazione Giustitalia informa che verrà chiesto l’annullamento del decreto nella parte in cui impone lo stop all’attività dei locali notturni

I gestori delle discoteche ricorrono contro la scelta del Consiglio dei ministri di mantenere chiuse le loro attività. Alcuni di loro hanno deciso di impugnare il nuovo decreto davanti ai propri Tar competenti territorialmente. A riferirlo è l’Associazione Giustitalia, che spiega come “attraverso più ricorsi ai tribunali amministrativi presentati dagli esercenti, i gestori chiedono l’annullamento del nuovo Dpcm nella parte in cui impone il mantenimento della chiusura dei locali“.