Stando alle ultime indiscrezioni, sarebbe stato risolto il giallo del Gratta e Vinci da mezzo milione di euro che un tabaccaio di Napoli aveva sottratto a una sua cliente, un’anziana di 70 anni. L’uomo aveva predisposto tutto per incassare la vincita e scappare, ma un passo falso gli è costato caro: è stato acciuffato all’aeroporto di Fiumicino, con il tasca il biglietto per le Canarie ma non quello vincente da 500mila euro.

O meglio, forse si dovrebbe dire che si è auto consegnato: come riportato dal Messaggero, in pratica l’uomo prima di imbarcarsi per le Canarie ha voluto sporgere a sua volta denuncia contro la signora, sostenendo che quel biglietto fosse sempre stato suo. Gli agenti della polizia di Frontiera non si sono però fatti convincere dalla sua ricostruzione e, una volta incrociati i dati, lo hanno incastrato. In pratica il tabaccaio aveva già aperto un conto in banca e consegnato il tagliando vincente per incassare il mezzo milione di euro, per questo non lo aveva con sé in aeroporto.

Dopo aver sequestrato il suo cellulare, gli inquirenti avrebbero rintracciato la filiale della banca in cui sarebbe stato consegnato il Gratta e Vinci. Si tratterebbe di una filiale di Latina, dove l’uomo si è recato una volta allontanatosi di corsa da Napoli. La denuncia prima di imbarcarsi ha però fatto saltare il suo piano: resta da capire cosa ne sarà della vincita della signora, che nel caso in cui non dovesse riuscire a riscuoterà potrà rivalersi sul tabaccaio